Casatiello Napoletano

Entra nel forum per guardare il video della e……..

Buon !

Share

Nutellotta

Nutellotta

Immagine inserita

Immagine inserita

:

200 Gr Di
100 Gr Di Zucchero
4 Uova
100 Ml Di Latte
100 Gr Di Burro
250 + 250 Gr Di
250 Gr Di Mascarpone
500 Gr Di
1 Bustina Di lievito Per Dolci
1 Bustina Di Vanillina
Un Pizzico Di Sale

Preparazione:

Per prima cosa spezzettate i 250 gr. di cioccolato (io ho usato quello al latte), fatelo sciogliere in un pentolino, quando si sarà sciolto, unite il burro ammorbidito, poi il latte a filo.

Nel frattempo che il cioccolato si raffreddi(vi consiglio di prepararlo un pò prima di incominciare con gli altri ingredienti),separate gli albumi dai tuorli e montateli a neve con un pizzico di sale, versate in un contenitore le uova con lo zucchero, la crema di cioccolato, 2 cucchiai di nutella, amalgamate il tutto, dopo di che versate la farina con la vanillina e il lievito setacciato con un colino, amalgamate il tutto.

Imburrate una tortiera(cm.26) con un pò di farina, versatevi il composto e infornate a 180°(precedentemente accesso) per 30/40 minuti. Fate la prova stecchino per vedere se è cotta al centro.

A parte preparate il mascarpone con la nutella(se dovesse essere troppo dura mettere il contenitore in un pentolino di acqua calda), amalgamate il tutto.

Quando la si sarà raffreddata dividetela in due, spalmate la crema(a piacere si può anche inzupparla con qualche cucchiaio di caffè amaro)e adagiate l’altra parte della .

Versate la rimanente crema e cospargete con i riccioli di cioccolato(precedentemente grattugiati).

Mettetela in frigo per almeno 1 ora.

Bene a questo punto non vi resta che mangiarla.

Entra nel forum per commentare la

Vuoi leggerne altre? CLICCA QUI

Share

Dolce con fichi secchi e pesche sciroppate

con fichi secchi e pesce sciroppate

Immagine inserita


40 g Amaretti
90 g Burro
1 ci Cannella
100 g
200 g Fichi Secchi
200 g Pesca Sciroppata
1 bi Porto
1 n Uova
60 g Zucchero
1 bustina di lievito

Preparazione
1) Pulite accuratamente i fichi eliminando il picciolo e la parte più spessa posta all’altra estremità, tagliateli a fettine e metteteli a marinare nel Porto per 30 minuti.

2) Fate ammorbidire 70 g di burro a temperatura ambiente e impastatelo con la farina, il lievito, l’uovo, lo zucchero e la cannella fino a quando otterrete un composto irregolare e granuloso. Sgocciolate perfettamente le pesche dal loro liquido di conservazione e tagliatele a fettine, sbriciolate molto finemente gli amaretti e aggiungete entrambi al composto.

3) Scolate i fichi e incorporate anch’essi assieme a 2 cucchiai di Porto della marinata.
Ungete una tortiera di 20 cm con il burro rimasto, versatevi il composto e fate cuocere in a 180°C per 50 minuti, o comunque finché il dolce sarà perfettamente asciutto (verificate con uno stuzzicadenti).

Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Torta al caramello

al

Immagine inserita

:
150 gr. di
150 gr. di zucchero
300 dl di latte
50 gr. di burro
1 dl di acqua
5 uova
Cannella per spolverizzare a fine

Preparazione:

In una casseruola, mescolare la farina con 50 grammi di zucchero; aggiungere poco alla volta il latte, mescolando con un cucchiaio di legno.
Porre la casseruola sul fuoco, portare dolcemente a ebollizione mescolando continuamente; far cuocere per qualche minuto finché la crema sarà addensata
(se dovesse formare dei grumi, usate il frullatore a immersione… e spariranno)

Mettere 100 grammi di zucchero in un largo tegame, bagnarlo con un decilitro d’acqua e farlo cuocere, a fuoco moderato, finché lo zucchero avrà assunto un bel colore dorato.
Togliere il tegame dal fuoco e unirvi il burro, mescolando rapidamente finché sarà bene amalgamato.
Versare il composto nella casseruola con la crema e incorporarlo mescolando con un cucchiaio di legno.
Unire subito i tuorli d’uovo e quando saranno ben amalgamati incorporatevi, delicatamente, gli albumi montati a neve

Versare il composto in una tortiera (diam. 24 cm) e infornare a 180 °C per 30-40 minuti circa

A fine cottura spolverizzarla con la cannella (o zucchero vanigliato se non gradite la cannella).
Non abbiate fretta :baboso: e lasciatela raffreddare completamente prima di mangiarla !.

Durante la cottura si gonfierà parecchio, ma poi quando si raffredda si appiattisce

Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Torta con yogurt e cioccolato


con e  di Boomerang

Immagine inserita

Volete tre buoni motivi per prepararla? Veloce, facilissima da fare e soprattutto eccellente.

:
• 1 vasetto di yogurt intero (circa 120gr)
• 150gr di
• 75gr di zucchero
• 40gr di olio d’oliva extravergine
• 3 uova
• 1 bustina di lievito in polvere
• 2 cucchiai di cacao amaro
• 1 bicchierino di rum (o altro liquore a piacere)
• 1

Grattugiare la buccia del limone (soltanto la parte gialla).
In una terrina lavorare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungere lo yogurt,
amalgamarlo al composto e, poco alla volta, unire la buccia grattugiata del limone e la farina setacciata assieme al lievito e al cacao;
mescolare il tutto con una piccola frusta. Aggiungere infine l’olio e il liquore.

Amalgamare bene tutti gli ingredienti e versare il composto nella tortiera imburrata e infarinata.
Far cuocere la torta in preriscaldato a 180-200 °C per 40 minuti circa (verificate la con lo stuzzicadenti).
Toglierla dal forno, sformarla sul piatto di portata, lasciarla raffreddare e spolverizzarla, a piacere, con lo zucchero a velo.

:idea: Io ci ho aggiunto 50 gr di cioccolato fondente tagliuzzato (un “avanzo” di una recente )
:baboso: una vera delizia: a fine cottura si riconoscono le gocce di cioccolato :lingua:

Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Beignets alla crema …le famose zuffole di Boom ..

Immagine inserita

alla crema

Pasta:
250 ml di acqua
50 gr. di burro
1 presa di sale
175 gr. di bianca
4-6 uova
3 gr. di lievito (= 1 cucchiaino da tè raso)

Portare acqua, sale e burro a ebollizione, quindi togliere la pentola dal fuoco e versarvi dentro tutta in una volta la farina setacciata.
Mescolare il tutto fino a ottenere una palla compatta e liscia, e riscaldare nuovamente per un minuto, sempre mescolando.
Mettere subito la palla ancora calda in una terrina ed aggiungere le uova ad uno ad uno. Cessare l’aggiunta di uova quando la pasta assume un aspetto di forte lucentezza e cade pesantemente dal mestolo formando lunghe punte (una pasta troppo liquida fa sformare il !).
Per ultimo incorporare il lievito all’impasto raffreddato.

Con 2 cucchiaini da tè o con una tasca di tela disporre dei mucchietti di pasta della grandezza di una grossa noce, non troppo vicini, sulla lastra del imburrata ed infarinata (o meglio ancora su un foglio di carta da ).

Infornare la lastra nella parte superiore del forno e cuocere a 200 gradi per ca. 30 minuti.
Non aprire il forno durante la , altrimenti i dolci si schiacceranno. Quando si avverte un forte odore di farina tostata si può aprire cautamente il forno per vedere se sono cotti.

Tagliare a metà i beignets raffreddati e riempirli di o montata, ricoprirli con i loro coperchi e spolverare di zucchero a velo.
Oppure usare la siringa da pasticciere, bucare il pasticcino intero e inserire la crema.

:
Crema pasticcera

OT 375 ml. latte intero
60 gr. zucchero
30 gr. farina 00
3 tuorli
1 stecca vaniglia
scorza a grossi pezzi


Mettere a scaldare il latte con la scorza di limone e la stecca di vaniglia incisa.
Nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi.
Unire alle uova la farina poco alla volta e amalgamare bene.
Versare quindi il latte a filo, al quale avrete tolto la scorza di limone la la vaniglia, e mescolare energicamente per togliere ogni eventuale grumo che si possa formare.
Rimettere sul fuoco per far addensare. Quando la crema inizia a sobbollire, continuare a mescolare per 3-4 minuti e poi spegnere.
Travasare in una terrina e lasciar raffreddare la crema pasticcera mescolando ogni tanto.

oppure ½ litro di panna montata con l’aggiunta di una bustina di zucchero vanillinato e 50 gr. di zucchero

Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Far Bretone

Far Bretone

( tipico dalla )
Immagine inserita

Tempo di preparazione : 5 min
Tempo di : ca. 40 min

:
200 gr di ,
200 gr de zucchero,
3 uova
½ litro di latte (tiepido),
200 gr di prugne secche snocciolate (ammollate in 1 bicchierino di rum + acqua)
Burro (per imburrare la pirofila)

Per continuare a leggere la della nostra Boomerang,  clicca qui

Share

Torta ai datteri

ai (Boom…..Boom……)

Immagine inserita

Oggi ho preparato una torta che è praticamente una bomba !
Mio marito ha ricevuto un cesto natalizio con una montagna di frutta secca (, datteri, fichi secchi, spagnolette, prugne secche, ecc. ecc.)
Siccome i figli non hanno nessuna intenzione di aiutarci a mangiarla… mi vedo costretta a ricorrere al solito stratagemma :rolleyes:
e stasera se la mangeranno la frutta secca, degusteranno datteri e noci senza saperlo :folle:

:

250 gr. di datteri secchi
100 gr. di sgusciate
100 gr. di noci sgusciate
70 gr. di zucchero
70 gr. di burro
4 uova
30 gr. di fecola
Succo di 1 arancia
1/2 bustina di lievito in polvere
1 bustina di zucchero vanillinato
1 pizzico di sale

Per la :
200 gr. di zucchero a velo
2 albumi d’uovo
Succo di 1
Datteri secchi interi per decorare

Snocciolare i datteri (tenendone da parte alcuni per la decorazione), e tritarli insieme alle noci e alle mandorle: il risultato sarà un impasto farinoso e umidiccio.
Spremere l’arancia.
Mettere a sciogliere il burro in un pentolino e versarlo in una ciotola. Unire lo zucchero e un pizzico di sale. Separare i tuorli dagli albumi, mettendoli in 2 ciotole differenti.
Montare i tuorli con lo sbattitore elettrico e unire lo zucchero vanillinato. Aggiungere tutti gli ingredienti (il succo d’arancia, la frutta secca tritata, la fecola, il lievito, il burro sciolto con lo zucchero) e mescolare.
Montare gli albumi a neve e incorporarli al composto.
Imburrare una tortiera (o foderarla con carta ), versare l’impasto e cuocere nel a 220 °C per 20 minuti. Continuare la a 190°C per altri 15 minuti.
Togliere la torta dal forno e lasciarla intiepidire.

Nel frattempo preparare la glassa:
Spremere il limone.
Montare 2 albumi a neve unire lo zucchero a velo e il succo del limone, e mescolare.
Togliere la torta dalla tortiera e poggiarla su una gratella.
Versare la glassa sulla torta, livellarla con una spatola e decorarla con i datteri interi rimasti.
Rimettere la torta nel forno spento, ancora tiepido, e lasciarla per 10 minuti, in modo che la glassa si asciughi e rimanga lucida. Poi sfornarla e lasciarla raffreddare.

Trasferirla su un piatto da portata e… buon !

Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Peperoni al forno “Boom Boom”

I peperoni cotti al si pelano molto più facilmente, e questo tipo di li rende più delicati e digeribili.
Conditi in vari modi possono diventare un delizioso antipasto, oppure essere utilizzati in mille ricette.

Scegliete dei peperoni grandi e carnosi. Lavateli ed asciugateli, poi metteteli in una teglia.
Cuoceteli in forno a 200 gradi per circa 40 minuti, o comunque fino a quando la pelle è leggermente bruciacchiata ed i peperoni morbidi.Posted Image

Toglieteli dalla teglia, chiudeteli dentro dei sacchetti di carta, e lasciateli raffreddarePosted Image

Tirateli fuori dai sacchetti, a questo punto sarà facile pelarli. Eliminate i semi e tagliate i peperoni a falde
Posted Image

Posted Image

Sciacquate le falde di peperone, così ottenute, e poi asciugatele comprimendole tra due fogli di carta da cucina.
I peperoni cotti al forno possono essere serviti dopo averli semplicemente conditi con olio d’oliva e aggiungendo, a piacere, aglio a fettine, sale, origano, filetti di acciughe sotto-sale, prezzemolo tritate…. Insomma come piace a voi !

Entra nel forum per commentare la ricetta

Share

Mustazzoli

Immagine inserita

Per la felicità di mio marito, oggi ho preparato per la prima volta i mustazzoli :wink: e il risultato è stato assai apprezzato :scappakpax:
Se volete provare, è semplice….

per i :
250 gr.
100 tritate grossolanamente
100 gr. zucchero
2 cucchiai di cacao amaro
2 cucchiai di olio
½ bustina di lievito
La buccia di 1 arancia
1 cucchiaino di cannella in polvere (secondo i vostri gusti)
½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere (secondo i vostri gusti)
Acqua quanto basta (ca. 1 bicchiere)

Per la
100 gr di zucchero
1 cucchiaio di cacao amaro
2 cucchiai d’acqua

Per la preparazione accedi al forum e continua a leggere la ricetta

Grazie alla nostra Boomerang per la

Share

Torta soffice alla panna

soffice alla (Consigliata dalla nostra Boomerang…..molto semplice da preparare)

:
250 gr di
200 gr di zucchero
200 ml di panna fresca
2 uova
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la vanillina, la panna, la farina e infine il lievito.

Cuocere in a 180 gradi per ca. 40 minuti (verificate la con lo stuzzicadenti).

Spolverare con cacao o zucchero al velo.

Entra nel forum x commentare la ricetta

Share

Torta svedese di “Boomerang”


Una delle preferite dai miei figli, ma non la faccio spesso perché ci vuole parecchio tempo…
So che al supermercato si può comperare sia il pan di spagna già pronto sia la ,
ma fatto in casa è sicuramente più buono!


svedese

per il pan di spagna:
5 uova
125 gr. di zucchero
150 gr. di
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito
Buccia grattugiata di 1 (o 1 fialetta di aroma)

Montare a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale A parte montare i tuorli con lo zucchero finché il composto non sarà gonfio e soffice.
Unirvi la farina setacciata il lievito e la buccia del limone. Mescolare bene.
Unire poco per volta gli albumi mescolando dal basso verso l’alto con un cucchiaio di legno e trasferire il composto in una tortiera (diam. 24 cm) rivestita con carta .
Cuocere a 170° C per ca. 40 minuti.

: CREMA PASTICCERA
375 ml. latte intero
60 gr. zucchero
30 gr. farina 00
3 tuorli
1 stecca vaniglia
scorza limone a grossi pezzi

Mettere a scaldare il latte con la scorza di limone e la stecca di vaniglia incisa.
Nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi.
Unire alle uova la farina poco alla volta e amalgamare bene.
Versare quindi il latte a filo, al quale avrete tolto la scorza di limone la la vaniglia, e mescolare energicamente per togliere ogni eventuale grumo che si possa formare.
Rimettere sul fuoco per far addensare. Quando la crema inizia a sobbollire, continuare a mescolare per 3-4 minuti e poi spegnere.
Travasare in una terrina e lasciar raffreddare la crema pasticcera mescolando ogni tanto.

Tagliare la torta raffreddata in tre dischi e spalmare di crema pasticcera

Decorazione con il (100 gr)
Stirare con il mattarello il marzapane colorato aiutandosi con dello zucchero a velo e si fa aderire alla torta
(io di solito metto un velo di crema anche sopra la torta, così il marzapane rimane “incollato” alla torta)
Il marzapane in eccesso può essere ripiegato sotto la torta oppure asd2.gif degustato Baboso.gif

E non vi piace il marzapane, fate la decorazione con la



1 albume
200 g zucchero a velo
qualche goccia di succo di limone/arancia/mandarino
Mescolare l’albume con il succo di limone, aggiungere gradatamente lo zucchero a velo setacciato, mescolando fino ad ottenere un composto denso, omogeneo e liscio, poi ricoprire la torta.


Share

Panforte

: (per una teglia di ca. 16 cm (imburrata o, meglio ancora, foderata con carta
100 g di , tritate grossolanamente
100 g di scorza d’arancia a cubetti candita, tritata finemente
25 g di bianca
1 c. di cacao in polvere
1 c. di cannella
50 g di miele liquido
50 g di zucchero

Preparazione:
Tritare grossolanamente le mandorle e l’arancia candita e metterle in una scodella con la farina, la cannella e il cacao in polvere.
Riscaldare lentamente miele e zucchero, fino a quando il composto inizia a schiumeggiare lievemente.
Togliere subito dal fuoco, incorporare agli altri ingredienti con il mestolo, impastare lievemente.
Sistemare la pasta nella teglia premendo con la punta delle dita.

al forno: ca. 20 min al centro del forno preriscaldato a 150 °C.
Lasciar raffreddare brevemente, staccare il bordo, togliere dalla teglia, e lasciar raffreddare su una griglia.
Spolverizzare abbondantemente con zucchero a velo

Conservazione: avvolto in una pellicola ca. 2 settimane

Varianti:
Si può usare anche la scorza di (50 gr. scorza arancia e 50 gr. scorza )
Oppure mescolare le alle mandorle

Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Bastoncini all’arancia

Bastoncini all’arancia

Ecco un’altra dal libro che ho “ereditato” da mia mamma… L’ho provata oggi: una vera delizia…da leccarsi i baffi

:
250 gr.
3 gr. Lievito (= 1 cucchiaino raso da tè)
75 gr. di zucchero
1 bustina zucchero vanillinato
1 presa di sale
1 uovo
125 gr. di burro (o margarina)

:
125 gr. di macinate
150 gr. di zucchero
Buccia di 1 arancia
Succo di 2 arance

:
50 gr. zucchero al velo
1 cucchiaio ca. di succo d’arancia



Pasta frolla: mescolare farina e lievito e setacciarli sul piano del tavolo. …………..

Entra nel forum per leggere tutta la ricetta o  commentarla


Share

TORTA di PERE …. Passagrassana o Decana

300 gr
200 gr di zucchero
100 gr di zucchero da caramellare
3 uova
1 lievito per dolci
100 gr burro
1200 gr di passagrassana o decana (sono molto granulose….altri tipi di non vanno bene )

——————————————————————————————————
x zucchero caramellato

Versate 100 gr di zucchero in un recipiente in acciaio. Ponete sul fuoco moderato e fate sciogliere mescolando in continuazione ,aggiungete 2/3 cucchiai d’acqua e continuate a cuocere finchè il composto diventa filante e dorato.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Preparazione:

In una terrina versare tutti gli ingredienti………….


Entra nel forum per continuare a leggere o commentare la ricetta

Share

Torta alla marmellata



:
120 gr di burro ammorbidito
120 gr di zucchero
120 gr di
2 uova
sale
ai frutti di bosco (o a vostra scelta…)
granella di zucchero (oppure zucchero a velo)

Preparazione:
Mescolare burro e zucchero a lungo fino ad ottenere una crema soffice e spumosa.
Aggiungere le uova e continuare a lavorare, poi aggiungere la farina ed un pizzico di sale.
Imburrare ed infarinare una teglia e versare il composto.
Versare qualche cucchiaiata di marmellata (che durante la affonderà).

Cuocere in a 180° per 25 minuti (verificare la cottura con lo stuzzicadenti).

Decorazione:
Se si usa la granella, spolverizzarla sul a metà cottura.
Lo zucchero a velo invece va spolverizzato al momento di servire

Questa l’ho preparata in una tortiera diametro 22 cm.
idea.gif Chi desiderasse farla più grande, può aumentare le dosi mantenendo le proporzioni
(180 gr di ciascun ingrediente e 3 uova)


Share

Beignets alla crema, …le famose zuffole di Boom …


alla crema
Pasta:
250 ml di acqua
50 gr. di burro
1 presa di sale
175 gr. di bianca
4-6 uova
3 gr. di lievito (= 1 cucchiaino da tè raso)

Portare acqua, sale e burro a ebollizione, quindi togliere la pentola dal fuoco e versarvi dentro tutta in una volta la farina setacciata.
Mescolare il tutto fino a ottenere una palla compatta e liscia, e riscaldare nuovamente per un minuto, sempre mescolando.
Mettere subito la palla ancora calda in una terrina ed aggiungere le uova ad uno ad uno. Cessare l’aggiunta di uova quando la pasta assume un aspetto di forte lucentezza e cade pesantemente dal mestolo formando lunghe punte (una pasta troppo liquida fa sformare il !).
Per ultimo incorporare il lievito all’impasto raffreddato.

Con 2 cucchiaini da tè o con una tasca di tela disporre dei mucchietti di pasta della grandezza di una grossa noce, non troppo vicini, sulla lastra del imburrata ed infarinata (o meglio ancora su un foglio di carta da ).

Infornare la lastra nella parte superiore del forno e cuocere a 200 gradi per ca. 30 minuti.
Non aprire il forno durante la , altrimenti i dolci si schiacceranno. Quando si avverte un forte odore di farina tostata si può aprire cautamente il forno per vedere se sono cotti.

Tagliare a metà i beignets raffreddati e riempirli di o montata, ricoprirli con i loro coperchi e spolverare di zucchero a velo.
Oppure usare la siringa da pasticciere, bucare il pasticcino intero e inserire la crema.

:
Crema pasticcera

375 ml. latte intero
60 gr. zucchero
30 gr. farina 00
3 tuorli
1 stecca vaniglia
scorza a grossi pezzi


Mettere a scaldare il latte con la scorza di limone e la stecca di vaniglia incisa.
Nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi.
Unire alle uova la farina poco alla volta e amalgamare bene.
Versare quindi il latte a filo, al quale avrete tolto la scorza di limone la la vaniglia, e mescolare energicamente per togliere ogni eventuale grumo che si possa formare.
Rimettere sul fuoco per far addensare. Quando la crema inizia a sobbollire, continuare a mescolare per 3-4 minuti e poi spegnere.
Travasare in una terrina e lasciar raffreddare la crema pasticcera mescolando ogni tanto.

oppure ½ litro di panna montata con l’aggiunta di una bustina di zucchero vanillinato e 50 gr. di zucchero


Share

Biscotti al cocco, in 15 minuti

al


1 barattolo di latte condensato
200 gr. di di noce di cocco

Impastate in una ciotola la farina di cocco (una busta da 200 grammi) e il latte condensato (io uso il Nestlè)
Formerete una poltiglia che lavorerete con la forchetta.
Prendete una ciotolina di acqua fredda, bagnatevi le dita e formate le solite palline della grandezza che preferite (a me piccole) adagiandole man mano che le fate nella teglia foderata di carta .
Infornatele a bassa temperatura circa 140 gradi (dipende dal forno) per 15-20 minuti.
Non devono colorire ma rimanere gialline.
Una volta sfornate saranno morbide, si induriranno appena fredde per poi tornare morbidissime dopo qualche ora.

Io li ho sempre fatti così, ma ho trovato anche queste altre ricette, ma personalmente non le ho mai provate:

1)
Ingredienti
200 gr. di latte condensato zuccherato
100 gr. di farina di noce di cocco
1 tuorlo
q.b. di farina di cocco per guarnire

In una casseruola mescolate il latte condensato con il tuorlo, unite poi la farina di cocco e mettetela sul fuoco.
Cuocete il composto a fiamma moderata per circa 10 minuti mescolando con un cucchiaio di legno.
Togliete la casseruola dal fuoco, trasferite il composto in un recipiente e lasciate raffreddare.
Formate poi con le mani delle palline (circa 26), passatele nella farina di cocco e mettetele in frigo.

2)
Ingredienti:
170 gr. di farina di cocco
200 gr. di zucchero
40 gr. di farina
2 uova medie
un pizzico di sale

Impastate la farina di cocco con lo zucchero, poi aggiungete le uova e la farina con un pizzico di sale.

Una volta amalgamato il tutto formare delle palline con le mani e adagiatele su una teglia ricoperta con carta forno.

Cuocere in forno a 180° per 15 minuti.

Buon !

Entra nel forum per leggere o commentare

Share

Risotto ai porri con gamberetti

per 2 persone
200 g di , surgelati
1 cipolla piccola
100 g di verdi
120 g di riso per
1 c. di olio d’oliva
1 dl di vino bianco
ca. 3 dl di brodo vegetale
ca. 100 gr. di formaggio alle erbe da spalmare (Philadelphia, Cantadou o simile)

Far scongelare i gamberetti, lavarli sotto l’acqua fredda e asciugarli con carta per uso domestico.
Tritare finemente le cipolle, tagliare a striscioline sottili i porri e farli rosolare nell’olio per pochi minuti.

Unire il riso e farlo tostare. Bagnare con il vino bianco, quindi aggiungere gradatamente il brodo.
Cuocere il risotto a fuoco basso per ca. 40 minuti, mescolando costantemente.

A fine aggiungere i gamberetti, mantecare con il Philadelphia alle erbe, e riscaldare il tutto senza portare ad ebollizione.

Buonissimo ! Ve lo posso assicurare !!


Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Crostata alla ricotta, con pasta frolla alle mandorle

per la frolla
200g di – 125g di di – 125g di zucchero – 125g di burro – 1 vanillina – 1 uovo – 1/2 bustina di lievito per dolci- 1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema di ricotta
400g di ricotta- 150g di zucchero- 2 uova- scorza grattugiata di .

Preparare la frolla mischiando le due farine, aggiungere il burro e in seguito gli altri ingredienti.
Raccogliere velocemente a palla e mettere in frigo per 30 minuti.

Intanto preparare la crema: setacciare la ricotta aggiungere i tuorli, lo zucchero, la scorza di 1 limone. Montare gli albumi a neve e aggiungerli mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
Rivestite la tortiera con una parte di frolla (anche il bordo) ,tenendone da parte un po’ per le decorazioni, riempire con la crema e decorare (io ho messo dei fiori fatti con gli stampini dei ).

Infornare a 180° per circa 35-40 minuti.

Farla raffreddare e conservarla in frigorifero.
I miei golosoni l’hanno appena assaggiata, malgrado il mio consiglio di aspettare domani, per gustarla meglio… bangin.gif Baboso.gif

Che ve ne pare ?


Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Brownies

:
50 gr. burro
200 gr. nero
2 uova
100 gr. zucchero
1 bustina zucchero vanillinato
1 pizzico di sale
100 gr. di rotte grossolanamente
75 gr. di

Far fondere il burro in una casseruola e aggiungere il cioccolato a pezzetti. Lasciar raffreddare brevemente.
Con lo sbattitore elettrico mescolare in una terrina le uova, lo zucchero, lo zucchero vanillinato e il pizzico di sale finché l’impasto diventa chiaro, quindi aggiungere la cioccolata fusa.
Unire le noci e la farina, e versare l’impasto in una forma (20 x 30 cm) rivestita con carta da .

: circa 20 minuti a 180° C al centro del forno.
I devono rimanere umidi all’interno. Lasciarli raffreddare leggermente, quindi tagliarli a quadretti nella forma, e lasciarli raffreddare completamente prima di toglierli. (altrimenti si rompono).


Entra nel forum per leggere la ricetta o commentarla

Share

Torta Boomsai, Torta di mandorle e noci modificata…

:
175 gr. bianca;
65 gr. di zucchero;
1/4 di cucchiaio di lievito in polvere;
un pizzico di sale;
115 gr. di burro freddo a cubetti;
1 tuorlo

Preparare la frolla nel modo classico.
Stendetela in uno stampo a cerniera di 24 cm di diametro e mettetela in frigorifero per 30 minuti.
Nel frattempo preparate la crema di :

Crema di mandorle:
115 gr. di burro morbido;
115 gr. di zucchero;
1 uovo;
2 tuorli;
150 gr. di mandorle macinate;
50 gr. di pinoli;
70 gr. di ;

4 cucchiai di di frutti di bosco (o la vostra preferita)

Lavorate a crema il burro e lo zucchero con il frullino elettrico.
Incorporate l’uovo intero, aggiungete i due tuorli alternandoli con le mandorle macinate.
Ora unite i pinoli e le noci leggermente spezzettate e con un cucchiaio di legno mescolate finché avrete amalgamato tutti gli per bene;

Togliete la frolla dal frigorifero e stendete uniformemente la marmellata sulla base della pasta.
Versare la crema di mandorle sopra la marmellata. Infornare nella parte bassa del e cuocere per 40/45 minuti a 180 gradi (a fine l’interno la rimarrà un po’ “bagnato”)

E questo dovrebbe essere il risultato…

Siccome non mi gli sprechi (e questa lascia 3 albumi inutilizzati), ho modificato la (che originariamente si chiamava Torta di mandorle e noci)…
Ho lasciato raffreddare un po’ la torta, e poi ho montato i tre albumi a neve (con 100 gr. di zucchero al velo e la scorza grattugiata di un limone), l’ho nuovamente infornata per 15 minuti, e la torta è diventata meringata !
Ed ecco come si presentava (più o meno….) alla fine questa torta deliziosa, che …modestamente ho chiamato TORTA BOOMSAI

Provatela, ne vale veramente la pena!!! Parola di golosona…


Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Imitazione Della Torta “barozzi”

3 uova
300 gr di fondente
2/3 cucchiaini di caffè in polvere
3 cucchiai di
100 gr di zucchero
100 gr di burro
3 cucchiai di latte

_xxxx___xxx___xxx___xxx___xxx___xxx___xxx___xxx___xxx___xxx

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria.Sbattere le uova con lo zucchero.
Quando il cioccolato è diventato tiepido unire gli altri ingredienti mescolare bene con il frullatore per amalgamare il tutto e per ultimo unire il latte.
Versare il composto in una tortiera apribile precedentemente imburrata e infarinata ,cercate di usarne una con un diametro di 22/24 cm ma non più grossa altrimenti la rimane troppo sottile.
Infornare nel caldo a 180° per 25 minuti

è veloce e buona rolleyes20.gif


Entra nel forum per leggere o commentare la ricetta

Share

Gamberi al Brandy

:


Prezzemolo
Olio
Aglio
Brendy

Preparazione:

Prendete una padella, un giro abbondante d’olio di oliva, 2 spicchi d’aglio (schiacciati ma senza togliere la buccia) ponete i gamberi nella padella, salate e fate cuocere ben bene, poi aggiungete del brendy assicurandovi che evapori nella ( se volete fare gli sboroni … dategli fuoco subito dopo aver messo il brendy ) … spruzzatina di prezzemolo e servite !
A secondo dei gusti spuzzata di oppure usate degli spicchi di per decorare il piatto assieme ad un ciuffo di prezzemolo

Se i gamberi non fossero freschi, ma surgelati, fate tutto uguale, ma prima di mettere l’olio nella padella, ponete prima i gamberi fateli soffriggere bene, POI mettete l’olio e andate avanti con la procedura

commenta la ricetta sul forum

Share

Polpette di melanzane

questa è la mia delle di , tramandata da madre in figlia e da nonna a nipote. Io ho messo insieme quelle di mia nonna e di mia suocera e mi vengono benissimo. Se a voi non vengono benissimo vuol dire o che non vi proprio le polpette di o che non avete seguito a puntino la ricetta. Le dosi non le conosco, ma con un minimo di buon senso riuscirete a capirlo da soli, magari dopo qualche tentativo fallito, ma nella vita bisogna provare.


– melanzane (mi sembra logico!)
– uova
– formaggio grattuggiato
– basilico
– sale
– olio per friggere (se non lo avete di oliva del vostro, come c’è l’ho io e siete tra i fortunato che invece di raccogliere le olive che ci si spacca la schiena, andate a comprarlo al supermercato, comprate quello per friggere, se siete scalognati come me, prendetelo dalla provvista di casa)
(stessa cosa vale per le melanzane, che le coltivo io nell’orto, e GUAI a chi dice “fortunata” volevo vedervi a tutti quanti che fate l’orto a zappare e piantare e raccogliere pure…. lasciamo perdere và….)
– pane grattuggiato

PROCEDIMENTO
prendete le melanzane e facendo attenzione a non pungervi (e se vi pungete, per favore, almeno cercate di non bestemmiare) e tagliatele in 4. mettetele a lessare o a cuocere a vapore (io utilizzo questo sistema così non si riempiono d’acqua).
Lasciate raffreddare (altrimenti non vengono bene e vi bruciate)
aggiungete uno o due uova (a seconda del quantitativo), sale, formaggio e un pochino di pane grattugiato
a questo punto tuffati nell’impasto che deve avere una consistenza ottimale per essere preso con un cucchiaio. Se c’è qualcuno che vi sta antipatico nei dintorni potete anche buttargliene un pochino addosso, giusto per movimentare la situazione.
a questo punto prendete un quantitativo tale che sta in un cucchiaio e passatelo nell’uovo sbattuto. Non vi preoccupate che anche se vi sembra che non tiene poi tiene ,fidatevi, e buttate nell’olio bollente.
fate dorare la polpetta e il gioco è fatto!

VARIANTI:

io faccio sempre un giro nel frigo e vedo quello che è rimasto, tipo vecchi pezzi di formaggio semi-ammuffiti, fondi di mortadella dimenticati e trito tutto e caccio tutto dentro le polpette. Forse vi può sembrare strano ma vengono ancora meglio ed è inutile che fate gli schifiltosi che se avevate pure voi una media di 12 figli da sfamare ci mettevate dentro pure i tovaglioli di carta che utilizzavate per scolarle dall’olio in eccesso (che idea! quasi quasi…..)


commenta la ricetta in board

Share